Tancredi Parmeggiani pittore

Tancredi Parmeggiani pittore nasce a Feltre (Belluno) nel 1927 e muore a Roma nel 1964.

Esordi

Nel 1946 Tancredi si iscrive al corso libero di Nudo tenuto da Pizzinato presso l’Accademia di Venezia e in questo periodo stringe amicizia con Vedova.

In secondo luogo, Tancredi Parmeggiani pittore in un viaggio a Parigi scopre le avanguardie europee e in seguito esporrà le opere ispirate a tali influenze in una personale a Feltre.

Riconoscimenti

Nel 1951 Tancredi allestisce il suo studio a Ca’ Venier dei Leoni, residenza veneziana di Peggy Guggenheim.

Nel 1950 Tancredi Parmeggiani soggiorna a Roma, dove si lega al gruppo Age d’Or, che organizza esposizioni ed edizioni dell’avanguardia internazionale. L’anno seguente partecipa alla 1ª Mostra dell’Arte Astratta Italiana alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma. Di lì a poco ritorna a Venezia, dove incontra Peggy Guggenheim, che gli fornisce uno studio e ne acquista le opere. Nel 1952, sempre a Venezia, gli viene assegnato il Premio Graziano per la pittura; ancora nello stesso anno, insieme con altri artisti, sottoscrive il manifesto dello Spazialismo, un movimento fondato a Milano intorno al 1947 da Lucio Fontana. Espone nel 1952 alla Galleria del Cavallino di Venezia. Nel 1953 è presente anche alla Galleria del Naviglio a Milano, con presentazione di Peggy Guggenheim e Virgilio Guidi; è anche invitato alla mostra Italia-Francia a Torino, dove espone nella sala accanto a Hans Hartung. Nel 1954 partecipa a Tendances Actuelles con Pollock, Wols, Mathieu alla Kunsthalle Bern.

Infine, Tancredi partecipa alla mostra “Arte astratta in Italia” alla galleria nazionale di arte moderna di Roma.

Sono interessato ad acquistare opere del pittore Tancredi pertanto non esitate a mandare foto e possibilmente richiesta all’indirizzo mail faustinimarcoantichita@gmail.com  oppure tramite whatsapp al 3497714423.

Qui tutte le info: Compro e Vendo quadri dell ‘800 e ‘900

Pagina Facebook con aggiornamenti: Faustini Marco Antichità

L’Italia s’è desta: arte in Italia nel secondo dopoguerra, 1945-1953, Catalogo della Mostra Ravenna 2011,a cura di Claudio Spadoni, Torino, Allemandi, 2011.