Renato Birolli pittore

Renato Birolli nacque a Verona nel 1905 e muore a Milano nel 1959.

Renato Birolli dopo essere stato espulso dall’accademia di Verona per indisciplina, nel 1927 si trasferisce a Milano dove conosce Carrà. Divenendone collaboratore nella sua attività di critico d’arte Renato Birolli comincia a esporre prima due opere alla Biennale di Venezia e poi presso la Galleria il Milione di Milano. Qui espone perlopiù opere di carattere figurativo.

Renato Birolli nel 1936 è a Parigi e nel 1938 è tra i fondatori di Corrente, ispirandosi alla pittura dell’Espressionismo europeo.

Renato Birolli nell’immediato dopoguerra è promotore insieme a Marchiori della Nuova Secessione Artistica e poi Fronte Nuovo delle Arti. Nel 1947 Renato Birolli torna a Parigi in compagnia di Morlotti e aggiorna la sua pittura sulla lezione di Picasso e sulla giovane pittura francese.

Dopo la partecipazione alla Biennale di Venezia nel 1948 gli artisti del fronte si dividono in due posizioni, neorealista e astrattista, e Renato Birolli dedica di aderire a quest’ultima.

Nel 1952 Renato Birolli entra a far parte del gruppo degli Otto patrocinato da Lionello Venturi. Da allora la sua pittura ha teso sempre più a una trascrizione intensamente emotiva e tendenzialmente astratta dei dati sensoriali.

Sono interessato ad acquistare opere del pittore Renato Birolli pertanto non esitate a mandare foto e possibilmente richiesta all’indirizzo mail faustinimarcoantichita@gmail.com  oppure tramite whatsapp al 3497714423.

Qui tutte le info: Compro e Vendo quadri dell ‘800 e ‘900

Pagina Facebook con aggiornamenti: Faustini Marco Antichità

L’Italia s’è desta: arte in Italia nel secondo dopoguerra, 1945-1953, Catalogo della Mostra Ravenna 2011,a cura di Claudio Spadoni, Torino, Allemandi, 2011.