Prospero Schiavi pittore

Prospero Schiavi nacque a Verona nel 1730 e ivi morì nel 1803.

Prospero Schiavi discende da un’affermata dinastia di architetti e scultori veronesi e con lui si conclude la longeva discendenza famigliare.

La formazione

Dapprima, Prospero Schiavi fu avviato alla pittura presso la bottega di Giambettino Cignaroli, che seguì anche nei numerosi viaggi a Bologna e a Parma.

Successivamente, frequentò la più antica “Accademia veronese del disegno” e fu chiamato a fondare l’Accademia di Pittura voluta da Cignaroli. Qui ricoprì l’incarico di “Depositario” e “Maestro di pittura” per molti anni.

L’attività artistica

In primo luogo, Zannandreis riferisce di Prospero Schiavi un pala per la chiesa di San Zeno in Mozzo di Mozzecane (Vr) che ripropone i caratteri peculiari del maestro Giambettino. Il volto tondo, gli occhi piccoli, il naso sottile, il bambino riccioluto con le guance rosse e il chierico antistante il santo sono tipiche tipologie fisiognomiche. All’interno della stessa parrocchia si conservano una serie di monocromi e un “San Zeno benedicente”, anch’essi ricondotti alla mano di Prospero Schiavi.

Nel 1783 esegue per la Chiesa di San Pietro di Valeggio sul Mincio “David ammonito da Nathan”. L’angelo dalle ali spiegate era già stato riproposto per una tela commissionata per la chiesa parrocchiale di Pescantina, per la quale un anno prima realizzò due opere. A questi seguono lavori convenzionali eseguiti da Prospero Schiavi per la parrocchiale di Grezzana (Vr) nel 1786 e per numerosi altri committenti ecclesiastici che oggi si conservano in collezioni private. Lo Zannandreis riporta di Prospero Schiavi una produzione piuttosto ricca, talvolta ispirata anche allo stile di Paolo Veronese.

L’avvio di una scuola

Prospero Schiavi avviò anche una scuola presso la sua abitazione. Questa fu frequentata anche da Paolo Caliari, tra gli allievi più brillanti. Una “Madonna con santi” datata 1798 per la cappella feriale della chiesa parrocchiale di Grezzana ne è una prova.

In conclusione, negli ultimi anni di attività Prospero Schiavi ripropose stancamente temi ormai superati del patrimonio iconografico affini al maestro Giambettino.

Sono interessato ad acquistare opere del pittore Prospero Schiavi, pertanto non esitate a mandare foto e possibilmente richiesta all’indirizzo mail faustinimarcoantichita@gmail.com  oppure tramite whatsapp al 3497714423.

Qui tutte le info: Compro e Vendo quadri dell ‘800 e ‘900

Pagina Facebook con aggiornamenti: Faustini Marco Antichità

Le informazioni qui riportate sono state tratte da: Andrea Ferrarini, Prospero Schiavi, in I pittori dell’accademia di Verona (1764- 1813) a cura di Luca Caburlotto, Fabrizio Magani, Sergio Marinelli, Chiara Rigoni, Verona 2011, pp. 369 – 376.