Matteo Marinelli pittore

Matteo Marinelli nacque a Verona nel 1705 e ivi morì nel 1777.

La formazione giovanile

Secondo le informazioni fornite dallo Zannandreis, Matteo Marinelli fu allievo di Louis Dorigny.

L’attività artistica

Matteo Marinelli è ricordato tra i trentatré pittori fondatori dell’Accademia di Pittura di Verona, a cui partecipò attivamente in qualità di “Maestro di settimana” fino a pochi anni dalla morte. Una tale attività denota un discreto successo, sebbene i riscontri artistici siano pochissimi.

E’ ben documentata la vicenda della pala di San Giuseppe in gloria adorato dai santi Pietro, Paolo, Carlo Borromeo e Francesco d’Assisi per la chiesa veronese della Santissima Trinità. Secondo Sgulmero, Matteo Marinelli dipinse la pala per il primo altare a sinistra, ma 1833 fu sostituita da una tela di Giovanni Caliari. Successivamente, la pala di Matteo Marinelli fu trasferita nel Museo di Castelvecchio.

Altre opere attribuite a Matteo Marinelli sono un San Carlo Borromeo nel convento dei Filippini a Verona e quattro quadri raffiguranti episodi della parabola del figliol prodigo a Settimo di Gallese.

A Mantova è ricordato un San Filippo Neri presso i padri filippini e una pala a Ostiglia, al tempo diocesi di Verona. La pala, firmata Matteo Marinelli F.A. 1751, è stata recentemente oggetto di studio e restauro.

Nel 1756 Matteo Marinelli è pagato per un’Annunciazione realizzata per la chiesa parrocchiale di Chiuduno in provincia di Bergamo. In questa Matteo Marinelli s’ispira ancora a modelli cinquecenteschi, in particolare Felice Brusasorci.

Infine, è da menzionare una Madonna con Bambino realizzata per la chiesa del Redentore di Rovereto su commissione della famiglia Todeschi. Anche in questa, Matteo Marinelli s’ispira chiaramente alla pala Giusti in Sant’Anastasia di Felice Brusasorci.

In conclusione, le poche opere che si conservano di Matteo Marinelli mostrano un artista fedele alla tradizione del Cinquecento veronese.

Sono interessato ad acquistare opere del pittore Matteo Marinelli pertanto
non esitate a mandare foto e possibilmente richiesta all’indirizzo mail faustinimarcoantichita@gmail.com 
oppure tramite whatsapp al 3497714423.

Qui tutte le info: Compro
e Vendo quadri dell ‘800 e ‘900

Pagina Facebook con aggiornamenti: Faustini
Marco Antichità

Le informazioni qui riportate sono state tratte da: Andrea Ferrarini, Matteo Marinelli, in I pittori dell’accademia di Verona (1764- 1813) a cura di Luca Caburlotto, Fabrizio Magani, Sergio Marinelli, Chiara Rigoni, Verona 2011, pp. 285-287.