Giuseppe Franco Catterinetti

Giuseppe Franco Catterinetti nacque a Verona nel 1814 ed ivi morì nel 1903. Fu generoso patriotta, ed una targa commemorativa su palazzo Catterinetti in via Emilei 9 ne ricorda la sua coraggiosa militanza nelle campagne di indipendenza. Oltre a questo, fu anche pittore, poeta e letterario attivissimo. L’ esordio pittorico avvenne nel 1835 quando, nelle sale del Teatro Filarmonico, all’ Esposizione di belle arti, presentò otto suoi paesaggi.

Spinto da Orti Manara ad andare nel “meridione d’ Italia” per perfezionare la pittura, si trasferì a Roma dove rimase per circa un decennio. Qui egli perfezionò le ricerche sulla resa pittorica del paesaggio.

Nei suoi molti scritti sull’ arte espresse più volte la sua ammirazione per l’ arte classica ed i sommi del Rinascimento italiano oltre che per Salvador Rosa, Poussin, Lorrain ed i paesaggisti fiamminghi.

Dal 1848 Catterinetti fu combattente trai volontari pontifici a Treviso, a venezia in contatto con il Poerio e ancora nello Stato Maggiore di Garibaldi sul Gianicolo. Nel 1852 fu arrestato a Milano ed incarcerato a Venezia.

Il suo pensiero sull’ arte, svolto anche come insegnamento ed esortazione ai giovani, è sempre teso a considerare l’ arte come soddisfazione suprema che aiuta a sopportare le difficoltà della vita.

Una forte suggestione su Giuseppe Franco Catterinetti fu sicuramente esercitata dai colori intensi e luminosi del sud Italia.

Sono interessato ad acquistare opere di questo artista pertanto non esitate a mandare foto e possibilmente richiesta all’ indirizzo mail faustinimarcoantichita@gmail.com  oppure tramite whatsapp al 3497714423.

Qui tutte le info: Compro e Vendo quadri dell ‘800 e ‘900

Pagina Facebook con aggiornamenti: Faustini Marco Antichità

Bibliografia: testi tratti da “La pittura a Verona” dal primo Ottocento a metà Novecento. Banca Popolare di Verona. 1986.