Gigi Chessa pittore

Gigi Chessa nacque a Torino nel 1898 e ivi morì nel 1935.

Gigi Chessa era figlio dell’incisore e acquafortista Carlo Chessa e trascorre la propria infanzia con il padre a Parigi. Verso la fine del 1910 si trasferisce a Torino.

L’attività artistica

In primo luogo, artisticamente Gigi Chessa si forma tra lo studio del padre e l’Accademia Albertina. In questa fase i rapporti con il cognato Felice Carena e Casorati risultano fondamentali. Ugualmente ricco di stimoli per Gigi Chessa è il soggiorno in Ciociaria intorno agli anni Venti.

In secondo luogo, nel 1922 Gigi Chessa inizia a disegnare mobili e tappeti per la ditta Lenci. Sempre più importante è la sua attività di progettista e decoratore.

Nel 1923 è a Roma e frequenta la Casa d’Arte Bragaglia, dove conosce Pannaggi e Soffici.

Gigi Chessa espone dunque alla IV quadriennale di Torino e alla XIV mostra di Ca’ Pesaro a Venezia, presentato da Casorati. Nel 1925 partecipa alla mostra dei “Venti artisti italiani” alla Galleria Pesaro di Milano. A Venezia partecipa alla I esposizione degli artisti di Ca’ Pesaro al Lido.

Infine, Gigi Chessa partecipa a varie mostra all’estero, tra cui Ginevra e Zurigo, e alla II Mostra milanese del Novecento (1929) e alle successive. Nel 1928 partecipa per la prima volta alla Biennale di Venezia, a cui seguono le partecipazioni del 1930 e 1932. Negli stessi anni Gigi Chessa fonda il gruppo dei “Sei pittori di Torino” con Boswell, Paulucci, Galante, Levi, Menzio. Gigi Chessa è anche attivo come critico d’arte.

Sono interessato ad acquistare opere del pittore Gigi Chessa pertanto non esitate a mandare foto e possibilmente richiesta all’indirizzo mail faustinimarcoantichita@gmail.com  oppure tramite whatsapp al 3497714423.

Qui tutte le info: Compro e Vendo quadri dell ‘800 e ‘900

Pagina Facebook con aggiornamenti: Faustini Marco Antichità

Realismo magico: pittura e scultura in Italia, 1919-1925, Mostra tenuta a Verona nel 1988-1989, a cura di Maurizio Fagiolo dell’Arco. Milano, Mazzotta, 1988.