Francesco Lorenzi pittore

Francesco Lorenzi nacque a Mazzurega di Fumane nel 1723 e morì a Verona nel 1787.

Le maggiori informazioni riguardo Francesco Lorenzi si ricavano dalle notizie dello Zannandreis. Tuttavia, lo stesso Francesco Lorenzi scrisse di sé un’autobiografia in cui riporta la nobile discendenza e l’educazione di ottimo livello. Francesco Lorenzi si dedicò soprattutto al disegno esercitandosi sulla statuaria e sul nudo.

Nelle opere di Francesco Lorenzi si riscontra l’importanza del soggiorno romano sia nell’orientamento classicheggiante sia per la versatilità della produzione.

Nel 1745 Francesco Lorenzi affronta l’avventura veneziana ed entra nella bottega di Giambattista Tiepolo. Pochi anni prima infatti, Tiepolo aveva prestato servizio per prestigiose committenze veronesi.

La prima opera nota di Francesco Lorenzi è quella inviata da Venezia in Valpolicella raffigurante la cattedra di San Pietro per la parrocchiale di San Pietro in Cariano.

L’attività a Verona

Successivamente all’apprendistato veneziano, Francesco Lorenzi tornò a Verona dove aprì bottega entrando in aperta competizione con Giambettino Cignaroli. Nelle opere cittadine si riscontra la volontà di recuperare la grande tradizione veronese di Paolo Veronese e Paolo Farinati. Le opere di questo periodo si caratterizzano per sfondi dagli aerei loggiati veronesiani animati dalla presenza di eleganti figurette. In questa fase realizzò sia opere di soggetto sacro sia profano, sebbene questa sia stata meno indagata. Le opere di Francesco Lorenzi furono in particolare elogiate da Spolverini, che le espone nella propria collezione accanto a opere di altri illustri pittori, tra cui Tiepolo.

La produzione di disegni

Francesco Lorenzi fu particolarmente elogiato anche per i disegni e l’illustrazione libraria.

Attività ritrattistica

Di Francesco Lorenzi si ricorda anche l’attività ritrattistica. Realizzò molti ritratti di Dame e Gentiluomini e di capriccio. Questa sua abilità è suggellata dal suo autoritratto presso la Galleria degli Uffizi.

Negli anni 60 del ‘700 Francesco Lorenzi ricevette le più importanti commissioni. Affrescò infatti palazzo Ferrari Verità Poetà e il palazzo dei conti Giusti del Giardino.

L’attività nell’area di Vicenza

Negli anni successivi, Francesco Lorenzi eseguirà con successo molte altre commissioni nel territorio vicentino.

Infine, Stefano L’Occaso ha recentemente segnalato un inedito di Francesco Lorenzi nella canonica del santuario di San Luigi Gonzaga a Castiglione delle Stiviere (Mn).

La fase finale

La massima celebrazione del talento di Francesco Lorenzi fu la nomina a direttore dell’Accademia di Pittura di Verona. Morì a Verona all’età di 64 anni.

Sono interessato ad acquistare opere del pittore Francesco Lorenzi pertanto non esitate a mandare foto e possibilmente richiesta all’indirizzo mail faustinimarcoantichita@gmail.com  oppure tramite whatsapp al 3497714423.

Qui tutte le info: Compro e Vendo quadri dell ‘800 e ‘900

Pagina Facebook con aggiornamenti: Faustini Marco Antichità.

Le informazioni riportate sono state tratte da: Anna Malavolta, Francesco Lorenzi, in I pittori dell’accademia di Verona (1764- 1813) a cura di Luca Caburlotto, Fabrizio Magani, Sergio Marinelli, Chiara Rigoni, Verona 2011, pp. 241-254.