Carlo Canella Pittore

Carlo Canella

Il Pittore Carlo Canella nacque a Verona nel 1800 e morì a Milano nel 1879.

Figlio del noto pittore prospettico Giovanni e fratello del più celebre Giuseppe, Carlo Canella pittore si rifece allo stile di quest’ultimo, ai vedutisti del settecento ed al Migliara. Lo troviamo nominato per la prima volta nelle cronache veronesi nel 1834, quando viene segnalato ad affrescare una casa accanto al pittore da camere Leonardo Cabrusà. Nello stesso anno espone alla mostra organizzata dalla Cignaroli e costituisce una lieta sorpresa per i critici. E’ presente all’Esposizione del 1835 con ben 21 quadri e a quella del ’36 con 18; tra questi “l’Ingresso nella Chiesa di S. Bernardino nel giorno dei morti”, un dipinto piuttosto approssimativo nell’esecuzione, con una prospettiva alquanto sconnessa, che ebbe però critiche favorevoli.

Carlo Canella si dedicò anche alla pittura religiosa e al ritratto. Espose ancora a Verona nel ’37, e a Milano a Brera e a Verona nel ’40. Dobbiamo aspettare il 1846 per avere ancora sue notizie: in quell’occasione viene definito “pittore paesista per eccellenza…dotato di feconda fantasia e di talento”. Procedendo nel tempo le notizie si diradano; sappiamo comunque che è presente a Verona nel ’52 e nel ’56. In quell’anno vinse il primo premio per la “Veduta dello Stradone S. Fermo Maggiore in Verona preso dall’atrio della chiesa con effetto di neve”. Il Pittore Carlo Canella espone ancora nel 1858 alla prima Esposizione della Società di Belle Arti e lo ritroviamo nelle successive esposizioni del ’65 e del ’70.

Il Pittore Carlo Canella morì a Milano, il 22 gennaio 1879, in stato di povertà.

Sono interessato ad acquistare opere di Carlo Canella pittore pertanto non esitate a mandare foto e possibilmente richiesta all’ indirizzo mail faustinimarcoantichita@gmail.com  oppure tramite whatsapp al 3497714423.

Qui tutte le info: Compro e Vendo quadri dell ‘800 e ‘900

Pagina Facebook con aggiornamenti: Faustini Marco Antichità

Bibliografia: testi tratti da “La pittura a Verona” dal primo Ottocento a metà Novecento. Banca Popolare di Verona. 1986.