Antonio Elenetti pittore

Antonio Elenetti nacque a Verona nel 1696 e ivi morì nel 1767.

La formazione

La prima fase di formazione di Antonio Elenetti avvenne nell’ambito di Simone Brentana, che esercitò su di lui una forte ascendenza artistica e umana. A questo periodo appartengono due ovali dell’eremo di San Giorgio a Bardolino e il Sant’Antonio della chiesa di Ognissanti, ora disperso. Infine, sono da menzionare una serie di tele realizzate per il convento francescano di Bussolengo e poi donate alla parrocchiale di Sant’Ambrogio di Valpolicella. Questi dipinti raffigurano scene dell’antico testamento e propongono al fedele edificanti spunti di riflessione.

La fase matura

Antonio Elenetti si iniziò a distaccare dallo stile del maestro solo alla sua morte. La prima opera che inaugura il periodo di maturità artistica è la Madonna con bambino e santi a San Giovanni Lupatoto, ma già nell’oratorio di san Pietro Martire a Sorio.

La prima opera firmata e datata 1737 è la Predica di San Pietro ad Albaré di Costermano (Vr), che ancora mostra il richiamo al maestro Brentana. Tuttavia, in questa emergono i caratteri peculiari dello stile di Antonio Elenetti: il soffermarsi su acconciature e vesti e la presenza di due figure in primo piano disposte a sipario. Inoltre, è da segnalare la pala della Madonna con bambino e i santi Fermo e Rustico che era posta sull’altare maggiore della chiesa inferiore di San Fermo a Verona. Quest’ultima insieme al Martirio di San Bartolomeo per il Duomo di Lonato (1741) mostrano le qualità artistiche di Antonio Elenetti.

L’attività di restauro

Antonio Elenetti prestò il proprio talento all’attività di restauro di opere altrui. Ciò è dimostrato dal rifacimento della Madonna con bambino e santi (1752) a Marchesino di Buttapietra.

L’ultima fase di attività

Antonio Elenetti non godette di particolare fortuna di pubblico all’epoca. Le fonti riportano che nell’ultima fase di vita si dedicò a quadri di bambocciante, probabilmente una pittura di genere animalista.

Recentemente sono state ritrovate due opere di Antonio Elenetti nel territorio trentino. Entrambe mostrano un artista dalla forte personalità creativa per quanto riguarda l’originalità delle soluzioni compositive, ma il carattere grossolano e popolare delle figure ne impediscono il favore di pubblico.

Sono interessato ad acquistare opere del pittore Antonio Elenetti pertanto non esitate a mandare foto e possibilmente richiesta all’indirizzo mail faustinimarcoantichita@gmail.com  oppure tramite whatsapp al 3497714423.

Qui tutte le info: Compro e Vendo quadri dell ‘800 e ‘900

Pagina Facebook con aggiornamenti: Faustini Marco Antichità

Le informazioni riportate sono state tratte da: Luca Fabbri, Antonio Elenetti, in I pittori dell’accademia di Verona (1764- 1813) a cura di Luca Caburlotto, Fabrizio Magani, Sergio Marinelli, Chiara Rigoni, Verona 2011, pp. 217-221.