Angelo Zamboni

Angelo Zamboni nacque a Verona 1895 ed ivi morì nel 1939. Amante della musica e della letteratura, fu pubblicista e giornalista ( redattore capo del giornale L’ Adige ) e divenne fervido animatore dei circoli culturali della città. Ebbe come insegnanti all’ Accademia Cignaroli, tra il 1912 ed il 1914, Alfredo Savini, Baldassarre Longoni e Carlo Donati.

Zamboni fu ispirato dalle avanguardie artistiche del post-impressionismo di Van Gog, dalla scuola di Pont Aven e dalle esperienze pittoriche delle Secessioni di Vienna e di Monaco, infatti queste influenze vennero diffuse in Veneto attraverso artisti quali Tullio Garbari, Umberto Moggioli, Arturo Martini, Gino rossi, Teodoro Wolf Ferrari e Felice Casorati.

Tra il 1918 – 1920 si collocano i primi dipinti con scorci della città antica, visti dall’ alto dello studio, sul colle di San Pietro. Iniziò allora il sodalizio col pittore Guido Trentini che, dalla stessa casa, al piano inferiore, dipingeva vedute delle colline e dell’ Adige. Questo luogo posto a fianco del Teatro Romano era frequentato in quegli anni da Felice Casorati, musicisti ed intellettuali. Dal 1920 al 1936 partecipò quasi ininterrottamente alle Biennali Internazionali di Venezia oltre a dedicarsi anche all’ affresco, decorando chiese e case private in varie città del Veneto.

Sono interessato ad acquistare opere di Angelo Zamboni pertanto non esitate a mandare foto e possibilmente richiesta all’ indirizzo mail faustinimarcoantichita@gmail.com  oppure tramite whatsapp al 3497714423. Qui tutte le info: Compro e Vendo quadri dell ‘800 e ‘900 Pagina Facebook con aggiornamenti: Faustini Marco Antichità

Bibliografia: testi tratti da “La pittura a Verona” dal primo Ottocento a metà Novecento. Banca Popolare di Verona. 1986.