Achille Funi pittore

Achille Funi nacque a Ferrara nel 1890 e morì ad Appiano Gentile nel 1972.

In primo luogo, nel 1920 Achille Funi è impegnato su diversi fronti. Da una parte collabora alla creazione dei primi Fasci di combattimento a Milano. Dall’altra Achille Funi firma con Sironi, Russolo e Dudreville il manifesto Contro tutti i ritorni in pittura. Nello stesso anno partecipa alla mostra dei dissidenti di Ca’ Pesaro a Venezia alla galleria Boeri-Boralevi, dove espongono anche Casorati e Martini. Quest’ultimo lo introduce a Margherita Sarfatti.

In secondo luogo, in pittura Achille Funi recupera una sorta di realismo classico. “Maternità” è l’opera di Achille Funi che presenta un purismo ricercato, immerso in una magica e rarefatta atmosfera metafisica. Verso il 1922 Achille Funi entra a far parte del gruppo dei “Sette pittori del Novecento italiano”. Espone nel 1923 alla galleria di Lino Pesaro a Milano nella mostra organizzata da Margherita Sarfatti. Nel 1924 Achille Funi partecipa alla mostra dei “Sei pittori del Novecento”. Di lì a pochi anni si troverà a difendere strenuamente il Novecento dagli attacchi fascisti. Nel 1926 partecipa alla I mostra del Novecento italiano al Palazzo della Permanente di Milano.

Infine, negli ultimi anni di vita Achille Funi continua a esporre le proprie opere in diverse mostre e s’avvia al genere della pittura murale. Esegue alcune grandi decorazioni murali in occasione della mostra “Decennale della rivoluzione fascista” a Roma nel 1932.

Sono interessato ad acquistare opere del pittore Achille Funi pertanto non esitate a mandare foto e possibilmente richiesta all’indirizzo mail faustinimarcoantichita@gmail.com  oppure tramite whatsapp al 3497714423.

Qui tutte le info: Compro e Vendo quadri dell ‘800 e ‘900

Pagina Facebook con aggiornamenti: Faustini Marco Antichità

Realismo magico: pittura e scultura in Italia, 1919-1925, Mostra tenuta a Verona nel 1988-1989, a cura di Maurizio Fagiolo dell’Arco. Milano, Mazzotta, 1988.